Il nostro sito a… MinimoImpatto.com aiuta il clima e pianta alberi

Per noi di Minimo Impatto vivere in armonia col pianeta è una mission che cerchiamo di portare avanti nel lavoro e nella vita privata. Vogliamo quindi, di giorno in giorno, fare la nostra parte per la nostra Terra. Visitando il nostro sito, probabilmente, avrete notato un label ambientale (CO2 emission zero website). Ora vi raccontiamo perché per noi è così importante.

Grazie agli amici di Rete Clima® abbiamo scoperto che i siti internet hanno una loro impronta ambientale data dal fatto che il sito stesso “vive” su un server alimentato da corrente elettrica, ad oggi prodotta con un mix di generazione elettrica non completamente rinnovabile: un sito web ha quindi una “responsabilità” climatica in relazione alla quantità di energia elettrica consumata dal server dove lui stesso è ospitato (hosting).

Compensare le emissioni del nostro sito

Il sito è per noi un po’ una seconda casa. In tanti di voi lo visitano, per acquistare i prodotti ma anche per cercare informazioni ed ecoconsigli. Anzi, più è visitato anche nella parte delle news e più ci sentiamo, nel nostro piccolo, di continuare a fare la nostra parte per il Pianeta. Cosa fare allora? Grazie al CO2web® sviluppato da Rete Clima® abbiamo proceduto a realizzare una prima contabilità delle emissioni di CO2 e gas serra del sito web tramite un tool di facile uso (gratuito!), che permette di stimare il consumo elettrico e le emissioni corrispondenti sulla base delle pageview annuali del sito.

Una volta compresa la CO2 generata dal sito abbiamo deciso di prendere parte, attraverso una donazione, a uno dei progetti di nuova forestazione urbana portati avanti dall’associazione.

E questa è una vera e propria strategia di compensazione delle emissioni, che interviene cioè a valle della generazione elettrica per controbilanciare le sue emissioni di CO2 (impronta di carbonio) mediante la posa di alberi di specie autoctone (locali) che nell’ambito del loro ciclo vitale riassorbiranno tale quantità di CO2, stoccandola nella propria biomassa. Alberi che, insieme all’assorbimento di CO2 – e quindi - al contrasto al climate change, danno numerosi altri benefici ambientali aggiuntivi per il territorio e per l’uomo: parliamo di alberi come agenti termoregolatori a livello globale ma anche a livello locale, sul territorio, dove limitano le isole di calore; alberi che assorbono particolato atmosferico, aumentano la biodiversità locale, prevengono il consumo di suolo, aiutano nella regolazione del ciclo dell’acqua e poi garantiscono un bosco ove le persone possono andare a passare il tempo, rinfrescarsi, socializzare!

Veder crescere il nostro albero

Tra gli aspetti che più ci sono piaciuti vi è il fatto che il progetto preveda di seguire l’albero finché non sarà arrivato ad una autonomia fisiologica quindi a maturità (purtroppo non scontata in alcuni progetti forestali anche qualora realizzati a scopo compensativo).

Siete scettici? Noi no, ma capiamo che qualcuno possa esserlo. Allora vi diciamo che ognuno può andare a piantare e a trovare i propri alberi che sono geolocalizzati nei parchi (tutti in Italia) dei progetti di riforestazione di Rete Clima.