L’Ateneo di Roma Tre dice stop alle bottigliette di plastica: ecco le borracce

L’Università capitolina di Roma Tre sarà tra le prime università italiane a distribuire gratuitamente ai suoi studenti 30.000 borracce in acciaio inossidabile per l’acqua, ribadendo un sonoro stop all’uso delle bottigliette di plastica usa e getta.

Calcolando che ogni giorno vengono consumate all’incirca 10.000 bottigliette, si stima, come si legge nel comunicato stampa, che attraverso questa iniziativa l’università possa contribuire non solo ad un futuro, ma anche ad un presente più pulito e sostenibile. Ora ogni studente potrà ritirare la sua borraccia presso uno degli otto punti di distribuzioni presenti nell’ateneo, contribuendo in questo modo alla campagna di lotta alla plastica monouso.

"Durante gli esami - spiega Luca Pietromarchi, Rettore dell'Università Roma Tre - abbiamo visto che gli studenti tirano fuori il telefonino, un libro e l'immancabile bottiglietta di plastica d'acqua e automaticamente le nostre aule sono diventate delle foreste di plastica: così è nata questa nostra iniziativa, seguendo inoltre la Strategia Europea sulla plastica che vieterà a partire dal 2021 la vendita di moltissimi articoli in plastica monouso". "Invitando a non usare bottigliette d’acqua miriamo ad un risparmio di circa 10mila bottigliette ogni giorno" per Pietromarchi infatti "l'Università ha la missione di pensare al futuro dei suoi studenti" e "Roma Tre questo futuro lo vuole pensare più sostenibile e più pulito".

The message is the bottle

Per presentare l’iniziativa è stato organizzato un evento "The message is the bottle", che riprende il titolo di una nota canzone dei Police e che ha visto tra i suoi protagonisti in primis gli studenti ma anche testimonial eccellenti: Neri Marcorè da sempre impegnato sulle tematiche ambientali che ha parlato agli studenti  della salvaguardia dell’ambiente, Giuseppe Onofrio, direttore di Greenpeace Italia che ha presentato l’iniziativa “Plastic Radar”, un servizio che attraverso un semplice messaggio su Whatsapp permette di segnalare la presenza di rifiuti di plastica sulle spiagge e sui fondali dei nostri mari, Giorgio Romiti delle Iene che ha presentato il suo video, diventato virale, “Emergenza plastica” e a chiusura la professoressa Alicia Costa, docente di ecologia presso il dipartimento di scienze biologiche di Roma Tre che ha fatto un intervento sul tema della salvaguardia dell’ambiente.

Il lancio dell'iniziativa è stata anche l'occasione per ribadire che "la sostenibilità ambientale per Roma Tre - sottolinea il rettore - non è solo un valore da difendere, ma una pratica da diffondere". Noi quindi ci auguriamo che anche altri atenei seguano il loro esempio e dicano No alla plastica.

Fonti: http://www.uniroma3.it/articoli/pre-the-message-is-the-bottle-roma-tre-dice-stop-alla-plastica-12500/

Post a cura di Valeria Morelli 2.0

borracce riempibili acciaio riutilizzabili