Mobilità sostenibile: La 1000 Miglia si tinge di verde

Arrivare ad un trasporto pubblico e privato che rispetti l’ambiente e non produca emissioni nocive derivanti dall’utilizzo del petrolio è l’obbiettivo di molti. Nell’epoca in cui viviamo fatta di elevate emissioni di CO2, inquinamento e effetto serra, una mobilità sostenibile è quindi il modello ideale di trasporto e il solo effettivamente praticabile se non vogliamo continuare a distruggere il nostro pianeta, ma cosa significa mobilità sostenibile? Secondo Il World Business Council for Sustainable Development “Mobilità sostenibile significa dare alle persone la possibilità di spostarsi in libertà, comunicare e stabilire relazioni senza mai perdere di vista l’aspetto umano e quello ambientale, oggi come in futuro”.

Naturalmente andare a piedi, usare la bicicletta scegliere i mezzi pubblici sono le migliori soluzioni. Ma cosa fare se non si può rinunciare alle automobili? Molte case automobilistiche già da tempo marciano in questa direzione mettendo in produzione modelli con motori ibridi oppure modelli di macchine completamente elettrici.

Certo purtroppo le strada da percorrere in questa direzione è ancora molto lunga, per questo al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e proiettarci verso il futuro ben vengano iniziative come quella che è stata presentata a Firenze durante l’ExpoMove 2019. Di cosa parliamo? Della Mille Miglia Green

La versione ecologica della gara automobilistica più bella del mondo

Chi non conosce La 1000 Miglia? La gara automobilistica definita la più bella al mondo. Da pochi giorni, precisamente il 18 maggio, si è conclusa l’edizione 2019 ma noi vogliamo parlarvi di un’altra gara animata dallo stesso spirito ma rivisitata in chiave green.

Quest’anno infatti dal 27 al 29 settembre andrà in scena tra Brescia e Milano “La Mille Miglia Green”. Di cosa si tratta? Della prima gara di regolarità riservata a vetture elettriche, dove saranno protagoniste, oltre naturalmente alle vetture, i temi della mobilità e della sostenibilità. Una versione ecologica della classica rievocazione storica che abbandona per una volta le auto costruite tra gli anni ‘20 e ’50 del secolo scorso per abbracciare il futuro fatto di motori silenziosi e soprattutto non inquinanti.

Come si legge nel sito dedicato alla gara “Dalla sua nascita, la corsa più bella del mondo esprime il senso positivo e profondo del progresso sociale e tecnologico, nella visione di un futuro che è sempre opportunità…Ora con le mille miglia green si raggiungono i temi della mobilità e della sostenibilità, con un’enfasi particolare sulla filiera dei settori dell’automotive e dell’energia”.

Il programma della Mille Miglia Green

Il programma mette in primo piano due città Brescia e Milano. La prima, è una città che ha saputo convertirsi passando dalla manifattura pesante all’automotive, qui prenderà il via alla gara e verrà ospitato un Green talk nel quale interverranno rappresentanti delle istituzioni, esperti del mondo universitario, case automobilistiche, Energy provider e partner. A Milano invece sarà possibile immergersi nel futuro della mobilità alternativa grazie non solo al fatto che saranno esposti i prototipi delle auto, ma verrà data alle persone anche la possibilità di provarli.

Quali vetture potranno partecipare?

Potranno partecipare, come si legge nel sito ufficiale della competizione auto: Elettriche fuel-cell, Elettriche (ev / bev), Elettriche con range extender (erev), Plug-in hybrid (phev), Full / mild hybrid, Vetture classiche elettrificate.

Ora siamo curiosi quale sarà la vettura migliore? Non ci resta che aspettare il 27 settembre e lo scopriremo insieme.

FONTI

https://www.greenstyle.it/storie/mobilita-sostenibile

https://mobilitasostenibile.it/il-significato-di-mobilita-sostenibile/

https://1000migliagreen.it/