Coppette mestruali

Coppette mestruali ecologiche. La coppetta mestruale è fatta in silicone medico al 100%, è ipoallergenica, senza lattice, inodore, sana ed è dotata di un sacchetto in cotone biologico per riporla dopo l’uso.

Come evitare di usare assorbenti usa e getta

Tante cose passano di moda e, fortunatamente, in molti casi ciò rappresenta un fatto positivo: i tempi in cui tutti andavano alla ricerca di una soluzione “usa e getta” ai piccoli e grandi problemi del quotidiano pare siano finiti.
Se, un tempo, “usa e getta” era infatti sinonimo di praticità ora, anche dopo aver preso atto dei pericoli insiti a questa filosofia di vita, si cercano soluzioni che riescano a mantenere lo stesso livello di comodità preservando, però, la sostenibilità ambientale (ed economica).
In tal senso uno degli oggetti che, negli anni, ha subito profonde trasformazioni è l’assorbente: se, in passato, per trattenere il flusso mestruale, venivano utilizzate strisce di stoffa ricavate da vecchi vestiti, alla fine dell’800 vennero creati i primi modelli usa e getta che traevano spunto da un’invenzione elaborata addirittura da Benjamin Franklin per bloccare il sanguinamento dei soldati feriti in guerra.
Da allora gli assorbenti hanno cambiato composizione e forma per venire incontro alle diverse esigenze della clientela tant’è che oggi, in tutti i supermercati, scaffali interi fanno mostra di un campionario quasi infinito di questo prodotto.

Perché usare la coppetta mestruale conviene

Negli anni un numero sempre maggiore di donne sta virando verso soluzioni riutilizzabili come, ad esempio, le coppette mestruali. Oltre ad un evidente risparmio economico (il costo non supera 20 Euro e la sua durata raggiunte i 10 anni), la coppetta assicura una serie di benefici.
Innanzitutto contribuisce ad evitare che ogni anno tonnellate di assorbenti tradizionali vengano prodotti e gettati, a fine vita, trasformandosi in rifiuti non riciclabili che invadono le discariche.

 Come si usa la coppetta mestruale

La coppetta è facilmente indossabile e, a differenza degli assorbenti esterni e dei tamponi interni, non provoca alcun fastidio. Anche chi soffre di un flusso abbondante dovrà svuotarla con meno frequenza rispetto al cambio dei tradizionali assorbenti. Garantisce piena libertà di movimento anche a chi pratica sport che non avrà quindi il problema di dover fronteggiare eventuali spostamenti degli assorbenti. Non potendosi inzuppare o comunque impregnarsi, è perfetta anche per chi vuole fare il bagno in mare o in piscina. Essendo invisibile non sporgerà dai costumi creando imbarazzo o comunque fastidiosi inestetismi.
Rimarranno un brutto ricordo i tanti e diversi assorbenti lasciati per cautela in borsa: la coppetta non occupa spazio e può essere custodita in una bustina di cotone traspirante.
Oltre alla praticità, la coppetta offre una serie di benefici anche a livello igienico: a differenza degli assorbenti interni ed esterni, la coppetta mestruale non viene trattata con sbiancanti o cloro e non contiene sostanze profumate o altri componenti che possono provocare allergie. Le coppette, infine, non consentono il ristagno e lo sviluppo di germi e batteri che potrebbero venire a contatto con le mucose interne o con la pelle generando infezioni. 

Come pulire la coppetta mestruale

Ma è molto importante la corretta manutenzione e l’igiene. A ogni ciclo, prima del primo utilizzo e anche alla fine, è importante bollirla per 4/7 minuti.
Quando invece la usate durante il ciclo, si potrà sciacquare con acqua potabile prima di rimetterla.